LA CITTA’

LA CITTA’ DI REGGIO EMILIA DA VISITARE, 8-9-10 DICEMBRE 2017
I quattro musei principali della città (tutti in centro storico e ad ingresso gratuito) sono il Museo del Tricolore (numero 1, sulla mappa in allegato, ma con nuovo ingresso su Piazza Casotti), i Musei Civici (n. 11 sulla mappa), la Galleria Parmeggiani (n. 18) e il Museo Diocesano (n. 4).

Il sabato si potrà visitare gratuitamente alle ore 16.00 al Museo di Storia della Psichiatria (n. 11 nella parte di mappa che presenta anche la prima periferia) allestito all’interno del Padiglione Lombroso, presso l’antico lazzaretto, poi Ospedale Psichiatrico e attualmente campus universitario e sede dell’AUSL della città.

Suggestiva è sicuramente la visita alla Sala del Tricolore, nella quale nel  1797 venne appunto scelto il vessillo tricolore come bandiera della Repubblica Cispadana, destinato a diventare bandiera  dell’ intera Repubblica Italiana.

Tre sono le chiese storicamente e artisticamente più rilevanti in città: la Cattedrale (n. 2), la Basilica di San Prospero, patrono cittadino (n. 35) e la Basilica della Madonna della Ghiara (n. 24).

Passeggiando per il centro, vale la pena soffermarsi presso il  Parco del Popolo con il Monumento ai Concordii, l’adiacente Piazza della Vittoria e le altre tre principali piazze cittadine:  piazza Prampolini, sede del Municipio, Piazza San Prospero e Piazza Fontanesi (piazzetta di gusto francese che si anima particolarmente in orario di aperitivo e che, il sabato mattina, ospita il Mercato del Contadino, con prodotti locali, biologici e/o a km 0).

I teatri che si affacciano su Piazza della Vittoria (recentemente riqualificata e chiamata appunto anche Piazza dei Teatri) sono il Teatro Municipale Valli e il Teatro Ariosto, purtroppo normalmente non aperti alle visite. Tuttavia, è possibile prendere contatti in anticipo direttamente con la Segreteria organizzativa della Fondazione I Teatri per chiedere la fattibilità di una visita con o senza guida (contatti: email visiteguidate@iteatri.re.it; tel. 0522.458998).

Di grande importanza è il Centro Internazionale Loris Malaguzzi (n. 6 sulla mappa comprendente la prima periferia) nato dall’esperienza del pedagogista che dà il nome al Centro stesso e che ha reso il “Reggio Emilia approach” al mondo dell’infanzia, conosciuto e rinomato in tutto il mondo.

Collezione privata di pregio della città è poi la Collezione Maramotti (segnata con il n. 4 nella mappa che presenta anche la prima periferia): allestita all’interno del primo stabilimento del gruppo Max Mara, espone la collezione privata d’arte contemporanea del fondatore del marchio. La visita è gratuita e guidata alla mostra permanente e deve essere prenotata sul sito internet della Collezione, mentre la visita alle mostre temporanee è libera e gratuita negli orari di apertura.

Per gli appassionati di architettura moderna sono poi rinomate in tutto il mondo le opere di Santiago Calatrava: i ponti e la Stazione AV Mediopadana che, con le loro bianche linee sinuose, caratterizzano da alcuni anni la prima periferia della città di Reggio Emilia.

Il weekend 8-9 e 10 dicembre, sarà visitabile la grande mostra “Kandinsky – Cage” a Palazzo Magnani e la mostra “La buona Strada. Regium Lepidi e la Via Emilia” allestita al Palazzo dei Musei e inserita all’interno della grande iniziativa “MMCC 2200 anni lungo la via Emilia” che coinvolge le città di Modena, Reggio Emilia e Parma.

Inoltre domenica 10 dicembre, presso il Teatro Municipale Romolo Valli, andrà in scena l’opera Faust alle ore 15.30. Al momento il calendario dei Teatri è in via di definizione (manca la stagione dei concerti), quindi le consiglio di ricontrollare tra qualche giorno.

Sempre domenica 10 dicembre presso il ridotto del Teatro, si svolge la rassegna Finalmente Domenica , un ciclo di incontri ad ingresso gratuito, di gran spessore culturale e che permette di accedere e ammirare la Sala degli Specchi e di usufruire del servizio bar.

In occasione del Natale saranno ovviamente numerosi gli eventi organizzati dagli enti pubblici, in primis l’ accensione dell’ Albero di Natale, giovedi 8 dicembre, in Piazza Prampolini.

Nei seguenti pdf allegati una guida completa da scaricare e la mappa della città con i luoghi d’interesse.