Finita la sedicesima edizione della Maratona di Reggio Emilia
Arrivo del primo uomo (foto Grazioli)

Arrivo del primo uomo (foto Grazioli)

Vincitore della 16^ edizione della Maratona di Reggio Emilia il marocchino MOKRAJI LAHCEN, classe 1979, alla sua prima maratona, che chiude in 2 12’29’’ battendo il record della Maratona di Reggio Emilia di 2 13’ 46’’ fatto nel 2009 da Teklu Geto Metaferia. Record doppiamente importante, considerando il fatto che l’atleta, avvezzo alle distanze più brevi, è alla sua prima maratona.

Al secondo posto,come nel 2010, l’ungherese Tamas Kovacs, in 2 14’23’’ che migliora di quasi due minuti il sui tempo dell’anno scorso. Terzo anche lui come l’anno scorso, Nicodemus Biwott, che chiude in 2 14’ 59’’migliorando di quasi 5 minuti il suo tempo dell’anno scorso.

Tra le donne, ottima prova di Eliana Patelli, bergamasca classe 1978, ex giocatrice di pallavolo, che chiude in 2 36’18’’ battendo il suo record personale. A due minuti di distanza, con un tempo di 2 38’ 55’’ Elisa Stefani, classe 1986 al suo esordio in maratona.
Segue dopo qualche minuto, conquistando il terzo posto, Ricci Laura, atleta di casa, della Società Corradini di Rubiera, con un tempo di 2 41’ 42. Un bel risultato dopo due anni di stop per piccoli problemi fisici.
Primi tre italiani Tommaso Vaccina (quarto assoluto) l’atleta lombardo alla sua seconda maratona annuale chiude Reggio Emilia con un ottimo tempo in 2 19’48’’, seguito da Nicola Venturoli, giovanissimo atleta classe 1988 che chiude in 2 22’06’’e Gianluca Pasetto alla sua settima maratona reggiana, con un tempo di 2 22’24’’.
Per quanto riguarda il Campionato Nazionale dei Vigili del Fuoco al primo posto Michele Bedin dei Vigili del Fuoco di Padova con un tempo di 2 32’06’’, al secondo posto Antonio Zaccheo del Comando di Bari con un tempo di 2 41’46’’ e sull’ultimo gradino del podio Vito Minerva, anche lui di Bari, con un tempo di 2 45’13’’.
Per tutti i risultati consultare il sito www.tds-live.com