NUOVO LOOK PER IL CENTRO STORICO

Con un investimento di 2,4 milioni di euro, il Comune ha deciso di “mettere mano” a due delle piazze principali di Reggio Emilia per valorizzarne i monumenti e i luoghi di pregio. Si tratta di un vero e proprio cambiamento: questi spazi passeranno dall’essere poco più che larghi urbani destinati al transito veicolare,  all’essere vere e proprie piazze dove sostare e incontrarsi.
Il progetto di riqualificazione delle piazze interviene sulle pavimentazioni, sull’illuminazione e sulle strutture architettoniche, grazie all’estensione delle aree pedonali e il recupero , attraverso la collocazione di due fontane, del tema dell’acqua che è fortemente legato a corso Garibaldi, dove in passato passava il fiume Crostolo.

Piazza RoversiPiazza Roversi
Piazza Roversi o Piazza del Cristo (denominata così dai reggiani) con la nuova configurazione dell’area permette di sottrarre questo spazio al protagonismo del traffico per renderlo uno spazio di vita per le persone, attraverso la riduzione delle carreggiate e il loro spostamento sul lato sud della piazza. Questa piazza è il naturale prolungamento di corso Garibaldi, dove scorreva il fiume Crostolo e proprio a memoria dell’alveo del Crostolo è stato collocato nella piazza uno specchio d’acqua. Oltre a questo è stata aggiunta un’area alberata caratterizzata da lecci per formare un zona dedicata all’incontro e alla sosta.
La pavimentazione in pietra di Luserna permetterà una nuova e importante visibilità alle strutture architettoniche che caratterizzano la piazza e non venivano sufficientemente considerate.
Sull’intera superficie della piazza è privilegiata la mobilità pedonale e/o ciclabile così da permettere alle persone di poter girare liberamente per la piazza senza problematiche di traffico. Il sistema di illuminazione è pensato per accentuare la facciata della Chiesa del Cristo, la zona del pergolato di lecci e la superficie dello specchio d’acqua così da renderla ancora più suggestiva anche di sera.

 

Piazza GiobertiPiazza dell’Obelisco o Piazza Gioberti.
Da un punto di vista funzionale, piazza Gioberti ha mantenuto il medesimo assetto viabilistico precedente, riservando il lato est al transito veicolare e preservando i collegamenti fra via Guasco(dove si trova il centro maratona) e via Santa Liberata. Il resto dello spazio è totalmente pedonale,  delimitato con paletti dissuasori, per consentire così una fruibilità lenta e sicura dello spazio. La pavimentazione è caratterizzata da cordoli composti di pietra di Luserna, così da renderla uniforme e liscia per poterci camminare o correre liberamente.
La vera novità è tuttavia la struttura alla base dell’obelisco, che è stata totalmente ridisegnato attraverso l’inserimento di una fontana di forma ellittica, simile all’impianto storico dei primi anni del ’900. La fontana sarà realizzata con un bordo, così da permettere la sosta ai pedoni e da renderla luogo di incontro.

Dopo i lavori dello scorso anno, che hanno limitato lo spazio in zona partenza/arrivo, quest’anno avremo la possibilità di apprezzare le novità delle piazze e sicuramente usufruiremo dei loro vantaggi.